Tanti auguri mamma

Il marketing mix per far crescere l’impresa

I marketing manager, da sempre, si domandano quale sia la composizione del marketing mix in grado di fare crescere l’impresa in termini di vendite, di fatturato e di conseguenza di dimensioni.
Tra le modalità di comunicazione esterna del valore di impresa, rientra la pubblicità: essa ha l’obiettivo di trasmettere un messaggio coerente dell’impresa e stimolare le sue vendite.
Un secolo fa, John Wanamaker disse: “Metà del mio budget di pubblicità è sprecata. Il problema è che non so di quale metà si tratti”.

Scoprire la reazione dei consumatori alla publicità

Le imprese e i marketing manager tentano, tutt’ora, di scoprire quale sia la reazione dei consumatori ai messaggi pubblicitari e commerciali cui sono di continuo esposti. Secondo Fabris, “una gran parte dei messaggi a cui l’individuo potenzialmente è esposto non viene recepita o perché dissonanti o
perché scarsamente pregnanti o perché troppo deboli o dotati di scarsa emergenza percettiva; una parte può non essere decodificata e risultare perciò priva di conseguenze; una parte infine è decodificata ed entra a far parte, almeno temporaneamente, sotto forma di apprendimento, del campo
psicologico”. Di conseguenza, nel corso degli anni, gli studiosi sono giunti a determinate conclusioni riguardo il rapporto tra spot pubblicitari e comportamento d’acquisto del consumatore. Le scelte delle marche, per molti consumatori, avvengono in base all’istinto e con meccanismi automatici di scelta.

Gli stimoli dei messaggi pubblicitari

Ovviamente alla base della reazione dei consumatori ai messaggi pubblicitari, vi è il modo in cui essi recepiscono gli stimoli di marketing presenti negli spot commerciali. In particolare, è fondamentale scoprire come funziona la memorizzazione dei clip commerciali e quali aree cerebrali sono coinvolte nel processo appena menzionato.
Dal momento che i filmati commerciali, come altre forme di pubblicità, richiedono investimenti notevoli, è necessario che essi trovino un ritorno economico futuro, possibilmente nel breve periodo.
Per questo nasce la modellizzazione econometrica, un paradigma basato sul fatto che, solo conoscendo la risposta alle singole azioni di marketing, è possibile predire il modo in cui i consumatori risponderanno in futuro e pianificare al meglio il marketing mix. Il suo obiettivo principale è, quindi, quello di fornire una valutazione puntuale dell’efficacia e dell’efficienza delle azioni di marketing e comunicazione sulle vendite.

Per la festa della mamma abbiamo scelto questo spot, realizzato proprio nell’ambito della pubblicità, legata al neuromarketing.

Chiunque è mamma, ma anche chi non lo è, guardando questo filmato, finirà per emozionarsi e per mantenere il ricordo di queste scene!

Vuoi scoprire di più sul neuromarketing? Contattaci per un incontro gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.